• info@sceglidiesserefelice.it

Il nemico della felicità

Il nemico della felicità

Secondo la visione occidentale, possiamo accrescere la nostra felicità aumentando il numero di soddisfazioni. Secondo la visione orientale, invece, accresciamo la nostra felicità diminuendo la quantità dei desideri; l’attaccamento e il desiderio infatti sono  causa di sofferenze, il benessere è procurato da uno spirito profondamente calmo e sereno, libero dalle illusioni della mente.

Allora domandiamoci:  da che cosa possiamo staccarci? a che cosa possiamo rinunciare?

C’è un modo per tirare fuori il meglio dai beni materiali? Si, rallentando o interrompendo quel processo per cui si tende ad abituarsi alle cose materiali che, pur durando a lungo, tendono ad esaurire presto la propria carica di felicità: in altre parole, finiamo per adattarci e l’effetto euforizzante delle novità finisce sempre per attenuarsi.

Il nemico numero 1 della felicità è l’abitudine, che ci impedisce di percepire la ricchezza del quotidiano. Per fortuna esiste un segreto per lottare contro l’ effetto anti-felicità causato dall’abitudine: “accogliere ciò che accade con uno sguardo nuovo, come un neonato scopre il mondo”!

Iniziamo anche a cambiare qualcosa nel nostro tran tran quotidiano: per esempio, cambiamo posto a tavola, cambiamo disposizione dei mobili nelle stanze, proviamo a mangiare cose diverse, scegliamo strade o mezzi diversi per andare al lavoro, etc….. Annotiamo le abitudini che intendiamo cambiare e facciamolo per una settimana!

Bisognerebbe rendere edotti gli uomini della felicità ch’essi ignorano anche quando ne godono”, scriveva Montesquieu.

Allora, fate la vostra lista personale di piccoli momenti di felicità, da compilare con penne colorate per incominciare vedere le cose, la vita a colori!

Seguimi e metti mi piace su:
200
Gian Paola Grassi

Invia il messaggio

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 51.155 spammer.

Ti piace il mio blog? Condividi i contenuti :-)